Aggiornamento del mercato Bitcoin ed Etere del 29 ottobre 2020

Il tetto totale del mercato dei prodotti criptati ha perso 1,4 miliardi di dollari del suo valore per il periodo da lunedì mattina e ora si attesta a 395,2 miliardi di dollari. Le prime dieci monete sono state per lo più in rosso nelle ultime 24 ore, con Polkadot (DOT) e Litecoin (LTC) che hanno avuto le peggiori performance con il 5,6 e il 5,2 per cento di perdite rispettivamente.

Al momento di scrivere il Bitcoin Trader è scambiato a 13.296 dollari sul grafico giornaliero del Bitstamp, l’etere (ETH) è sceso a 392 dollari. Anche l’XRP di Ripple è sceso a 0,246 dollari.

BTC/USD

Il Bitcoin è stato scambiato fino a 13.370 dollari domenica 25 ottobre, ma i tori non sono stati in grado di tenere il passo con il ritmo dei giorni precedenti e si sono presi una breve pausa. Questo ha permesso alla principale valuta crittografica di correggere il suo prezzo fino a 13.030 dollari alla fine della sessione. Tuttavia, ha chiuso la settimana con un aumento del 13,2% e ha continuato a fluttuare sopra il supporto orizzontale a 12.800 dollari.

Lunedì, la coppia BTC/USD è stata estremamente volatile, muovendosi su e giù nella zona $13.240-$12.780 prima di formare una breve candela verde a $13.075.

La giornata di trading di martedì ha portato una continuazione inaspettata della tendenza al rialzo. I tecnici puntavano ad un breve periodo di consolidamento dopo che BTC aveva superato con successo l’area di resistenza sul grafico giornaliero e il livello psicologico di $13.000. La recente impennata del prezzo del bitcoin, tuttavia, ha attirato sui mercati un maggior numero di investitori al dettaglio, con un conseguente balzo del 4,3% a 13.650 dollari.

La moneta si è introdotta per la prima volta dal giugno 2018 nell’area di resistenza mensile di 13.800-13.900 dollari. L’ultima volta che la moneta ha chiuso oltre i 13.700 dollari sia sul grafico giornaliero che mensile è stato nel gennaio dello stesso anno.

La Bitcoin non è riuscita a stampare un nuovo massimo nella sessione infrasettimanale di mercoledì 28 ottobre, e ha fatto un brusco richiamo fino a 13.254 dollari, cancellando il 3% del suo valore. Il prossimo supporto orizzontale in ribasso è senza dubbio la precedente resistenza a 12.800 dollari.

Il volume degli scambi nelle 24 ore ha registrato un aumento stabile da 18 a 28 miliardi di dollari per i primi tre giorni della settimana.

ETH/USD

Il gettone del Progetto Ethereum ETH non è riuscito a superare il livello di 420 dollari per il quarto giorno consecutivo, e domenica 25 ottobre è sceso a 405 dollari. L'“etere“ è aumentato del 7,1% su base settimanale.

Lunedì ha aperto il nuovo periodo di trading scendendo ulteriormente a 392 dollari, con una perdita del 3,2% per la moneta, che ora guardava alla precedente resistenza orizzontale mensile a 390 dollari per fornire la stabilità necessaria per la continuazione del trend.

Martedì 27 ottobre, è rimbalzata dal livello menzionato e ha formato una candela verde a 404 dollari. Tuttavia, i tori non hanno potuto registrare un nuovo massimo e stavano iniziando a perdere slancio. La sessione di mercoledì ne è stata la prova. La pedina ETH ha continuato a scivolare e si è spostata sotto la linea di supporto, chiudendo la giornata a 388 dollari con una perdita del 3,7%.

In termini di volumi di negoziazione, hanno raggiunto un picco di 14 miliardi di dollari martedì, raddoppiando letteralmente i numeri del fine settimana per poi scendere a 10 miliardi di dollari la sera e mercoledì.